sabato 8 maggio 2021

Le 'mascherine mutanda'

Per gli studenti restano le 'mascherine mutanda': "Impossibile sospendere il contratto o cambiare modello" - Il Fatto Quotidiano
Gli 11 milioni di dispositivi distribuiti ogni giorno nelle scuole vengono utilizzati solo da una minoranza di alunni perché considerati fastidiosi e inadatti. La struttura del generale Figliuolo però spiega di avere le mani legate: modificare forma e misura costerebbe più di un milione, mentre l'accordo per l'approvvigionamento firmato con Fca dura fino a settembre 2021






sabato 17 aprile 2021

ERRI DE LUCA A grandezza naturale

 




DESCRIZIONE

Ho iniziato queste pagine da un ritratto di Marc Chagall che raffigura suo padre a grandezza naturale, uno a uno. Lo fece a memoria e a distanza.
Tra genitori e figli si apre la frattura di spazio e di tempo. Si allontanano anche abitando sotto lo stesso tetto. Qui passa tra loro la relazione tra due capi della stessa corda.
In matematica esiste una complicata Teoria dei nodi. In narrativa esiste tra genitori e figli l’innumerevole narrativa dei nodi. La più conosciuta, estrema, lega e slega Isacco e Abramo su una cima deserta e desolata.
Da figlio ho praticato lo scioglimento brusco, alla maniera di Alessandro con il nodo di Gordio. Lo aprì con un colpo di spada, che non è la soluzione dell’enigma, ma la sua negazione. Da figlio ho creduto di poter ignorare il vincolo, fare come se i miei fossero degli adottivi occasionali. È stata presunzione da pagare successivamente con il debito a vita.
Si attraversa un’età di rinnegamento degli affetti. Perfino il protagonista dei Vangeli non volle riconoscere in pubblico sua madre. La sua missione comportava l’azzeramento della vita precedente.
Negli atti di libertà presi e tenuti dalla mia generazione politica c’era l’impronta inevitabile dell’ingratitudine.
Nelle tempeste affettive, dentro un bicchiere d’acqua o nell’oceano, non si diventa più grandi né minori di chi ci ha preceduto. Ci si trova alla fine in un ritratto a grandezza naturale.

E.D.L.

Da te, dovevo dirgli, da te ho preso e lasciato, restando figlio tuo, cranio da cranio, libri, vino e montagne.

Studentessa bendata, le lacrime di coccodrillo del mondo della scuola- Corriere.it