lunedì 5 dicembre 2016

Scuolabook Crea percorsi didattici, condividi materiale e verifica i progressi dei tuoi studenti in pochi clic





Collaborazione ANP - TIM: opportunità per le scuole di adozione gratuita della piattaforma didattica Scuolabook Network entro dicembre
Valutare le competenze degli studenti non è mai stato così facile!
Gentile Dirigente, gentile Docente
Prosegue la collaborazione tra ANP e TIM volta a promuovere la diffusione di metodologie didattiche e di tecnologie abilitanti innovative.
Infatti, attraverso una stretta collaborazione si è pervenuti all’integrazione delle fasi e dei passi che scandiscono la pratica della metodologia didattica dell’Innovative Design Thinking sviluppata da ANP nella piattaforma Scuolabook Network di TIM : il risultato è un ambiente di apprendimento che mette a disposizione dei docenti tutti gli strumenti necessari per la progettazione e lo svolgimento di attività didattiche con il supporto del digitale.
Da oggi, la piattaforma per la didattica Scuolabook Network fornisce ai docenti anche la possibilità di importare direttamente nel proprio corso gli obiettivi di apprendimento necessari per costruire le rubriche di valutazione delle competenze di cui hanno bisogno: viene infatti ora messa a disposizione sulla piattaforma  Scuolabook Network la mappatura completa degli obiettivi di apprendimento, per le scuole di ogni ordine e grado, basata sulle indicazioni nazionali ed europee.
In tal modo, la piattaforma supporta il percorso per costruire il “Registro delle competenze” che può essere così sintetizzato:
  •  Definizione degli obiettivi di apprendimento fissati nelle fasi di progettazione per competenze realizzata nella piattaforma col metodo del Service Design Thinking
  •  Collegamento delle rubriche di valutazione delle competenze alle attività didattiche progettate in un solo e semplice passaggio nella piattaforma Scuolabook Network
  •  Registrazione della padronanza raggiunta da ciascuno studente rispetto ad ogni obiettivo di apprendimento, con un clic sul livello che la descrive
I risultati di apprendimento verranno riportati automaticamente nel “Registro delle competenze”, che  permette ai docenti di tenere sotto controllo i traguardi raggiunti dai propri studenti in modo che sia facile e immediato individuare sia le eccellenze che le criticità presenti nel gruppo classe.
Vi informiamo che fino al 31 dicembre 2016 è possibile per i primi 600 Istituti che lo richiederanno ottenere gratuitamente per un anno la disponibilità della piattaforma per la didattica Scuolabook Network per tutte le scuole afferenti l’Istituto: vai al linkhttp://www.scuolabook.it/network/istituti/ e segui le istruzioni indicate.
Inoltre, insieme con TIM realizzeremo nel corso dei prossimi mesi una serie di eventi formativi che si terranno sul territorio nazionale per mostrare le prime esperienze didattiche svolte con la metodologia  dell'Innovative Design Thinking mediante la piattaforma Scuolabook Network : potrai confrontarti con i dirigenti scolastici e i docenti delle scuole che stanno sperimentando questa metodologia e approfondire le prospettive di adozione della didattica digitale.

domenica 4 dicembre 2016

Esami di terza media e maturità: addio alle prove Invalsi

Esami di terza media e maturità: addio alle prove Invalsi

😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂

domenica 6 novembre 2016

Alunni con BES:

Alunni con BES: patto educativo/formativo, privacy, autorizzazione all’uso degli strumenti compensativi e delle misure dispensative – Orizzonte Scuola



In sintesi

Prima di passare dunque all’azione didattica e agli interventi richiesti dal singolo caso è opportuno partire dal dall’informativa specifica rilasciata alla famiglia ai sensi di quanto prescritto nel Codice sulla privacy, passare poi al patto educativo/formativo, conseguenza diretta anche della liberatoria della famiglia alla scuola, di mettere al corrente il consiglio di classe della documentazione relativa alla diagnosi e di trattare in determinato modo il caso in specie all’interno della classe con gli altri alunni, per finire quindi con la stesura del PDP che sarà formalmente approvato e debitamente firmato dalla famiglia e dai docenti del consiglio di classe. Si tratta di passaggi delicati, ma dovuti per fare in modo che l’iter iniziato dalla scuola non sia solo un adempimento burocratico. Il PDP va monitorato e assieme al patto educativo, con le relative decisioni assunte ha sostanzialmente una natura liquida, soggetta a modifiche in itinere. Il monitoraggio di ciò che viene intrapreso è la leva vincente per permettere agli alunni di raggiungere il successo formativo e per evitare contenziosi, instaurando così una prassi trasparente. Ricordando in specie che la stessa Legge n.170 del 2010 per i casi di DSA prescrive il monitoraggio delle misure dispensative ai fini di valutare l’efficacia e il raggiungimento degli obiettivi.

sabato 29 ottobre 2016

L'ISTITUTO N. SCARANO, PL. DI ROCCAVIVARA PREMIATO AL CONCORSO NAZIONALE: "LE SCUOLE ADOTTANO I MONUMENTI DELLA NOSTRA ITALIA".

l'iSTITUTO N. SCARANO, PL. DI ROCCAVIVARA GUIDATO DALLA PROF.SSA maria grazia PRUDENTE   PREMIATO AL CONCORSO NAZIONALE: "Le scuole adottano i monumenti della nostra italia".




 MONUMENTO AI CADUTI  di roccavivara


Il monumento è situato nella piazza principale del paese di Roccavivara, piccolo centro molisano della provincia di Campobasso, dove ogni anno, il 4 novembre, la cittadinanza si raccoglie per commemorare le vittime delle due guerre mondiali, del terrorismo e tutti i civili che hanno perso la vita in nome della libertà, della Democrazia, per la difesa della dignità e dell’onore della patria, tra cui un concittadino insignito della medaglia d’oro al valor civile.
La ragione di tale scelta sta nella volontà dei ragazzi di valorizzare ulteriormente il monumento e di farlo conoscere e apprezzare anche al di fuori del Paese, data la bellezza e l’unicità della statua, poiché è rappresentata da una figura femminile e non, come spesso accade, da uomini o armi.